Nuovi obblighi di legge per le caratteristiche di efficienza energetica dei cassonetti

Pubblicato il 29/03/2017

Il Governo Italiano, con l’obiettivo di dare le indicazioni per la costruzione entro il 2020 degli edifici a consumo energetico “ Quasi 0”, ha emanato il 26 giugno 2015 tre Decreti Ministeriali per chiarire come si deve procedere. In uno di questi decreti, noto come Decreto “Requisiti Minimi”, vengono riportati i nuovi valori di trasmittanza termica per la finestra e per i CASSONETTI, in funzione della zona climatica (vedi tabella seguente) che devono essere obbligatoriamente rispettati nel caso di sostituzione di infissi a partire dal 1° ottobre 2015.

Più in dettaglio: 

• per quanto riguarda la Trasmittanza Termica delle finestre (Uw) il nuovo valore è più basso rispetto a quanto previsto nella tabella del Dlg 311/2006 ma non causa alcun problema al serramentista, posto che tutti erano abituati a soddisfare i requisiti di trasmittanza delle finestre richiesti dalla finanziaria 2007 per il recupero fiscale del 65% che sono più bassi 

• per quanto riguarda invece la trasmittanza termica del cassonetto questa rappresenta una vera novità poiché per la prima volta viene fissato un valore limite. Nel caso che sopra la finestra ci sia un cassonetto, se anche questo elemento è oggetto dell’intervento , si deve calcolare anche il valore di trasmittanza termica di questo elemento e verificare che rispetti i limiti riportati nella tabella 

A partire dal 1° di ottobre, in caso di sostituzione dei serramenti, se nell’intervento ricade anche il cassonetto, il serramentista sarà dunque sottoposto ai seguenti nuovi obblighi: 

• calcolare il valore di Usb del cassonetto, posto che quello della finestra è già noto 

• quindi verificare l’idoneità del valore Usb rispetto ai limiti U riportati nella tabella del decreto (vedi tabella sopra) 

• infine, al termine dei lavori, si dovrà consegnare al committente (o al tecnico da questi incaricato), una Dichiarazione di Conformità rispetto ai limiti del valore U in funzione della zona climatica Calcolare il valore di trasmittanza termica del cassonetto è piuttosto complicato in quanto, nelle vecchie costruzioni il vano cassonetto è costruito in parte dal muratore (veletta esterna e solaio superiore) e in parte dal serramentista tappo frontale e celino; di volta in volta si dovrebbe dunque verificare la situazione reale di cantiere e fare un calcolo termico. Poiché questa sarebbe una situazione molto complicata e dispendiosa, il team PosaClima ha individuato la costruzione veletta e solaio più comune nelle vecchie case ed ha elaborato una serie di calcoli in funzione del tipo di cassonetto (legno, alluminio e PVC) utilizzando il sistema di coibentazione interno PosaClima Renova. 

Il serramentista che non conosce il valore di Usb del proprio cassonetto e voglia rispettare i limiti richiesti per legge può dunque agire nel seguente modo: 

• chiederci l’elenco delle situazioni calcolate dal laboratorio SGM con i sistemi PosaClima Renova 

• scegliere il calcolo che rappresenta la propria situazione 

• realizzare in cantiere la soluzione che ha individuato 

• scaricare il certificato che allegherà alla dichiarazione di conformità. 

Potete richiederci la “certificazione dei cassonetti coibentati internamente con il sistema PosaClima Renova ” e il fac-simile della Dichiarazione di Conformità da allegare alla fattura. Il Certificato di Trasmittanza Termica del Cassonetto e la Dichiarazione di Conformità posso essere usati gratuitamente da coloro che utilizzano i sistemi di coibentazione interna del cassonetto PosaClima Renova.